la nostra esperienza al tuo servizio
Archivio
immagine non caricata
17/06/2013 06/06/2013 Raggiunto il tetto di 6,7 miliardi di euro

Il 6 giugno 2013 è stato raggiunto il tetto di 6,7 miliardi di euro del  costo indicativo cumulato annuo degli incentivi per lo sviluppo degli
impianti fotovoltaici. Lo indica l'Autorità per l'Energia, con la delibera 250/2013. Ciò significa che il quinto Conto Energia per il fotovoltaico cesserà di applicarsi il 6 luglio 2013, cioè 30 giorni dopo la pubblicazione della delibera.

La fine del Conto Energia segna un cambio significativo nel mercato fotovoltaico italiano. Un mercato che continua con nuovi paradigmi. Acquistare il fotovoltaico senza Conto Energia è possibile ed è già una realtà.
Il settore proseguirà la propria evoluzione grazie anche ad alcuni recenti provvedimenti: nuove opportunità che aumentano la convenienza di  scegliere un impianto fotovoltaico.

Ad esempio, la proroga a tutto il 2013 della detrazione fiscale del 50%,
fino a una spesa di 96mila euro, approvata con il decreto legge 4 giugno 2013, n. 63 è un’interessante opportunità per i sistemi fino a 20 kWp per i privati. Lo scorso marzo l’Agenzia delle Entrate aveva
chiarito che l'intervento d'installazione di un impianto fotovoltaico può rientrare in questa agevolazione (Art. 16-bis del DPR 917 DEL 1986).

La nuova strada del mercato fotovoltaico italiano è e sarà fatta di quelli impianti orientati principalmente all’autoconsumo di energia elettrica e termica, che già oggi stanno contribuendo a
costruire un sistema energetico più efficiente, più equilibrato e democratico, che tiene conto delle esigenze e del futuro di tutti.

Cliccate qui per la delibera 250/2013 dell'Autorità per l'Energia che sancisce il raggiungimento del valore di 6,7 miliardi di euro.

Cliccate qui per il decreto legge 63 del 4 giugno 2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, sulla proroga delle detrazioni 50% anche per gli impianti fotovoltaici.