la nostra esperienza al tuo servizio
Archivio
Italia sorpassa la Germania!
01/12/2011 Italia sorpassa la Germania!

Secondo le stime del Gse, alla fine dell’anno in corso la potenza fv complessiva in esercizio in Italia potrebbe raggiungere i 12GW, per un numero di abitanti intorno ai 350.000. A metà ottobre in totale erano entrati in esercizio quasi 280.000 installazioni, con un trend che proietta l’Italia al primo posto nella graduatoria mondiale per potenza  entrata in esercizio nel 2011. Un risultato storico visto che significherebbe il sorpasso, per la prima volta, sulla Germania , da oltre un decennio leader del mercato a livello globale. Nel corso del 2011 sono già entrati in esercizio circa 7.000 MW: il nostro Paese ha dunque installato quest’anno il triplo della potenza realizzata sul territorio tedesco. Di pari passo continua a crescere la produzione di energia elettrica da fotovoltaico: a settembre ha fatto registrare un nuovo record mettendo a segno un +561% giungendo a 1.355 GWh (il 4,7% del fabbisogno totale) rispetto allo stesso mese dell’anno scorso (205 GWh). È quanto emerge dai dati sui consumi di energia elettrica diffusi da Terna, che a settembre registrano una crescita anche nel geotermico (+5,4%) e dell’idroelettrico (+4,8%). Nuova flessione invece dell’eolico (5,7%). Nel mese di settembre 2011 la richiesta di energia elettrica in Italia è stata pari a 28,8 miliardi di kWh, con un incremento del +6,1% rispetto allo stesso mese del 2010, il più alto dall’inizio dell’anno. Ciò è dovuto in parte “all’effetto temperatura” che rispetto allo stesso periodo dell’anno scordo è stata superiore in media di circa 2 °C gradi centigradi. Depurata da questo effetto la variazione, sottolinea Terna, è comunque del +5%. La produzione nazionale netta, pari invece a 26 miliardi di kWh è cresciuta del 8,5% rispetto a settembre 2010, grazie in parte anche al contributo delle fonti di energia rinnovabili e, in particolare, al solare che, oltre a coprire parte dell’aumento dei consumi, ha permesso di ridurre in maniera significativa le importazioni di energia elettrica dall’estero diminuite di 431 GWh (12,2%).

 

Fonte:PV Technology n.4/2011