la nostra esperienza al tuo servizio
Fotovoltaico

Scambio sul posto

imagesCAGD7V6O

Lo scambio sul posto si configura come una particolare forma di compensazione che il GSE fornisce al soggetto responsabile dell’impianto fotovoltaico tra il controvalore in € dell’energia immessa in rete in un certo momento dell’anno solare e il controvalore in € di quella prelevata e consumata in un momento differente da quello in cui avviene l’immissione.

Nel calcolo, inoltre, è previsto lo storno di una parte degli oneri sostenuti dal soggetto responsabile per il prelievo di energia elettrica dalla rete. In tal modo il soggetto responsabile può immettere energia in alcune fasce orarie e prelevarne in altre, ottenendo i medesimi benefici di cui godrebbe se l’energia autoprodotta fosse autoconsumata istante per istante.

Nello scambio sul posto la Rete Elettrica viene in sostanza vista come un “mezzo” per l’immagazzinamento virtuale del controvalore in € dell’energia elettrica prodotta ma non contestualmente autoconsumata, controvalore in € da prelevare poi a tempo differito.

Lo scambio sul posto prevede che venga stipulata una convenzione fra il soggetto responsabile ed il Gse, a frontre della quale il Gse eroga il “contributo in conto scambio” attraverso due acconti annuali e il conguaglio annuale entro il mese di giugno di ogni anno.

Questa disciplina è regolata dalla delibera ARG/elt  74/08